Gallipoli, tentano di rubare un cane di 4 anni. Messi in fuga da padrone e bagnini

240 Visite

Non basta un’estate afosa e appiccicosa; non basta mettere l’allarme in casa per andare in vacanza; non  basta mettere diabolici antifurto all’auto, dobbiamo stare anche attenti al proprio cucciolo di cane poiché potrebbe essere sottratto chissà con quali biechi scopi.

E’ successo a Gallipoli, in località Baia Verde durante  una tranquilla giornata di mare con famiglia e cane al seguito. Due energumeni di dubbia moralità con la scusa di voler giocare con Reus un meticcio di 4 anni lo hanno strattonato e obbligato a seguirlo in acqua nel tentativo di passare da un lido all’altro e così rapire la povera e ignara bestiola.

Cose inaudite accadono.

Tuttavia il proprietario del cane si è accorto delle molestie dei due ladruncoli e si è immediatamente posto all’inseguimento, in acqua, per recuperare il suo cane, cosa che gli è riuscita poiché a dar man forte si sono tuffati in acqua anche i bagnini sollecitati dalle urla della padrona del cane che ha visto il marito buttarsi all’inseguimento  dei due malviventi che vista la mala parata si sono dati alla fuga. Che uomini!

La domanda è lecita: ma cosa ne avrebbero fatto di un meticcio di 4 anni?  Roba da non credere. Malfattori di criminalità spicciola, infami predatori per pochi euro.

Gallipoli è tra le più belle città di mare della costa pugliese, ma non mancano le note stonate a causa di gente che si “cala” durante l’estate con lo scopo di procurare fastidi e dolori ai turisti che vedono in Gallipoli una metà da sogno e da vivere.

Dunque signori turisti e non prestate attenzione ai vostri amici a 4 zampe anche loro sono in pericolo poiché come dimostra la cronaca  la cozzaglia grigia che ha la cittadinanza nel cranio di taluni signori è pericolosa e viscida tanto che sono disposti a commettere reati davvero biasimevoli.

Buona estate

 

Franco Marella

 

 

Promo