Governo, il sindaco di Lecce: «Mancata fiducia da forze politiche irresponsabili»

54 Visite

«La crisi di governo comporterà ricadute gravi sulla vita dei cittadini. Come sindaci avevamo lanciato il nostro appello al presidente Draghi, che lo aveva accolto, a restare e continuare insieme a lavorare per la fuoriuscita del Paese e delle città dalla crisi sanitaria e dalla crisi economica, facendo fede agli impegni assunti con l’Unione Europea per l’attuazione del Pnrr. Alla disponibilità di Draghi a restare al lavoro su una agenda che era la stessa concordata al momento della formazione di questo governo si è opposta l’irresponsabilità delle forze politiche che non hanno votato la fiducia».

Lo dice all’Adnkronos il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, a proposito della crisi di governo e delle dimissioni del presidente del Consiglio.

«Francamente, di fronte all’esito della votazione in Senato di ieri prosegue – i tentativi in corso di attribuire la responsabilità della crisi a Draghi o alle forze politiche che lo hanno sostenuto con lealtà fino alla fine, mi sembra un pessimo inizio di campagna elettorale da parte delle forze di centrodestra e di ciò che resta del movimento di Conte. E’ un momento difficile per il paese sottolinea Salvemini – precipitato in una crisi politica finalizzata, a me pare, a bloccare il cammino riformatore dell’agenda Draghi e a disattendere gli impegni assunti con l’Unione europea sul tema delle riforme».

Promo