A Lecce si dimette il direttore generale dell’Asl: inchiesta Gdf, domani l’interrogatorio

64 Visite

Il direttore generale della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo, ha rassegnato oggi le dimissioni dall’azienda sanitaria locale, all’indomani della notifica dell’avviso di garanzia nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla procura di Lecce su alcuni episodi corruttivi che ruotano attorno alla figura dell’ex assessore al Welfare della Regione Puglia, Salvatore Ruggeri, finito ai domiciliari. Lo conferma a LaPresse il difensore di Rollo, l’avvocato Massimo Manfreda.

Per Rollo l’ipotesi di reato contestata è corruzione in concorso con Ruggeri e con suor Margherita Bramato, rimasta a piede libero, in qualità di rappresentante legale dell’ospedale ecclesiastico Panico di Tricase (Lecce).

La procura ha chiesto l’applicazione della misura della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio ricoperto all’esito dell’interrogatorio di garanzia che si svolgerà martedì prossimo. Secondo l’accusa, Rollo, in veste di commissario straordinario e di direttore della Asl di Lecce avrebbe ricevuto da Bramato «l’utilità consistita nell’assunzione dei figlio presso l’azienda ospedaliera di Tricase».

Le dimissioni, stando a quanto reso noto dal difensore, son state rassegnate «sia per poter assicurare una serena gestione della struttura che per evitare complicazioni alle sue condizioni di salute».

Promo