Corruzione, Romano (M5S): «Desolante il quadro emerso con gli arresti di oggi»

52 Visite

«E’ desolante il quadro che emerge con i provvedimenti cautelari odierni: concorsi truccati e assunzioni in cambio di voti. L’arresto, tra gli altri, di un ex senatore e di un ex consigliere regionale, l’obbligo di dimora per un sindaco neo eletto, sono macigni sulla società civile tutta. Il mio plauso va alla magistratura e alla Guardia di Finanza per aver scoperchiato questa deprecabile vicenda e mi domando come ci possano essere ancora pubblici amministratori che credono di poterla fare franca, questa la vera domanda. Nel 2022 c’è chi ancora crede che può impunemente corrompere, truccare concorsi e ottenere favori illeciti di ogni tipo. Se le accuse saranno provate, auspico pene esemplari. La Puglia, la sua società civile, la sua imprenditoria sana e di eccellenza stanno facendo un percorso decennale di affrancamento da questi atteggiamenti criminali e gli arresti di oggi devono rafforzare la convinzione che la correttezza e l’onestà sono pilastri portanti per una società e un’economia florida. Non ci può essere posto per gli amministratori corrotti».

Lo dichiara in una nota il senatore salentino del Movimento cinque stelle, Iunio Valerio Romano, a seguito dell’operazione della Guardia di finanza di Lecce, coordinata dalla locale Procura, nei confronti di 11 persone, indagate per ipotesi di reato di corruzione, traffico di influenze illecite e falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

Promo