Sanità, Pagliaro: «In Salento manca centro pubblico per Pma»

61 Visite

«Mentre il centro di procreazione medicalmente assistita (Pma) nell’ex ospedale di Nardò è fermo, e quello nell’ospedale Vito Fazzi di Lecce annunciato per giugno 2021 resta un miraggio, le coppie leccesi e salentine con problemi d’infertilità sono costrette a rivolgersi ai centri a pagamento. E’ un’ingiustizia che ho denunciato fin da aprile scorso, quando ho presentato un’interrogazione urgente all’assessore alla sanità Rocco Palese, per chiedere conto della scelta della Regione Puglia di autorizzare due strutture private a distanza di soli 40 chilometri, a Muro Leccese e a Nardò».

Lo afferma Paolo Pagliaro, capogruppo de La Puglia Domani in Consiglio regionale.

«Su questa vicenda – aggiunge – sta facendo luce la magistratura, dopo il ricorso al Consiglio di Stato di una società concorrente di quella che ha ottenuto l’autorizzazione per il centro privato di Muro Leccese. Vogliamo vederci chiaro per poter dare risposte alle coppie a cui viene negato il diritto alla Pma, a meno che non possano permettersi di pagare di tasca propria, senza sostegno pubblico».

Promo