Corruzione, indagate 9 persone a Lecce tra cui un magistrato

66 Visite

Militari della Guardia di finanza di Lecce hanno eseguito perquisizioni, sequestrando documentazione cartacea e dispositivi informatici, nei confronti di nove persone che sarebbero indagate, a vario titolo, per corruzione, turbativa d’asta e tentata concussione nell’ambito di una inchiesta della Procura di Potenza.

La notizia è riportata su alcuni siti di informazione locale, secondo i quali gli indagati sono: il magistrato Pietro Errede, giudice della sezione commerciale del Tribunale civile di Lecce; la cancelliera Graziella De Masi; gli avvocati Alberto Russi, Antonio Casilli e Giuseppe Positano; i commercialisti Giuseppe Evangelista, Emanuele Liaci e Marcello Paglialunga; l’assessore alla Cultura del Comune di Monopoli Rossana Perricci.

L’inchiesta riguarderebbe la nomina di avvocati nell’ambito di procedure di controllo giudiziario di alcune aziende. Al magistrato Errede e agli avvocati Russi e Casilli sarebbe contestato un episodio di tentata concussione.

Promo