A Nardò il lungomare di Santa Caterina intitolato a Manuela Loi, vittima innocente di Mafia

51 Visite

Sarà intitolato a Manuela Loi, morta a 24 anni nella strage di via D’Amelio a Palermo dove persero la vita il giudice Paolo Borsellino e altri quattro poliziotti, il belvedere del lungomare Cantù, a Santa Caterina, marina di Nardò (Lecce).

La cerimonia si terrà domani e parteciperà sua sorella, Claudia LoiLa proposta di intitolazione, accolta dall’amministrazione comunale nel febbraio scorso, è arrivata dal movimento politico Andare Oltre. 

«Poliziotta, testarda, generosa e con un gran senso del dovere – si legge nella nota – nonostante la febbre era salita su un aereo per tornare in Sicilia e consentire al suo collega del reparto scorte di andare in ferie, andando incontro al suo destino. Poche ore dopo era al fianco del giudice Paolo Borsellino, in quello che, a 24 anni, sarebbe stato il suo ultimo giorno di vita. Il tritolo della mafia, il 19 luglio del 1992 in via D’Amelio, cancellò il suo sorriso e tutti i sogni ancora da realizzare».

Promo