Sherocco: in Puglia la prima edizione del Festival dei Diritti e delle Culture LGBTIA+. Il 21 maggio anteprima a Lecce

137 Visite

Sherocco

Sherocco
è un vento che emerge dalla Terra del Sud, come il “fiorire e il rifiorire
della comunità varia” (M. Consoli) e che racconta come questa comunità varia,
fondata su un’esclusione storica, culturale e politica, possa generare bellezza
e cura, trasformare e trasformarsi, capovolgere punti di vista, creare un mondo
che non esisteva prima.

Un
“tunnel che si scava a mani nude” (Paul B. Preciado) e che ci rende tuttə liberə.

 

“e sarà bellezza!”

 

 

Nasce in Puglia la prima edizione di Sherocco, ideato,
diretto e organizzato dall’Associazione di promozione sociale Fuoriluogo,
circolo Arci.
Un Festival che punta i
riflettori sull’ energia trasformativa dell’arte e dei saperi, dando spazio a
produzioni artistiche nazionali e internazionali, sulla storia e la
cultura LGBTQIA+ mondiale, sul contrasto alle violenze ed alle
discriminazioni, sulla promozione di una cultura aperta e rispettosa delle
differenze e delle identità di genere, sull’incontro fra generazioni diverse e
lo scambio internazionale fra saperi e gender studies LGBTQIA+.

Spettacoli, musica e
teatro all’aperto, la prima Sherocco Academy, la summer school sulle culture
LGBTQIA+, mostre, talk e laboratori, saranno di casa a Ostuni dal 23 al 26 giugno all’interno di un village arcobaleno
allestito
al centro culturale La
Luna nel Pozzo
, in un contesto rurale tipico della Valle d’Itria.

 

Un appuntamento che
nasce dai legami delle sue ideatrici e ideatori, dagli anni di attivismo dove
sono cresciutә tra impegno e divertimento. Poi è arrivata l’idea: un luogo
dedicato alle culture LGBTQIA+, per contrastare le discriminazioni a colpi di
pensiero, di arte, di bellezza. Uno sguardo al volo, un istinto veloce, forse
il momento giusto per ciascunә, ed è iniziata la trasformazione dell’idea. «Il bello è tutto qui, tutto quello che sta
tra l’ispirazione e il progetto: gli incontri stupendi, lo studio, la fatica,
quel vento che ci travolge e ci riscalda sempre più tra stupore, entusiasmo e
follia. Non sarà per caso che ci chiamiamo Sheroccatә!
» scrivono nella loro
presentazione Tommi Ditano, Francesca Vitucci, Giulia Dalena e Titti De Simone
che aggiungono come questo Festival abbia anche l’obiettivo di essere un nuovo
attrattore per il turismo LGBTQIA+ nazionale e internazionale, che da qualche
anno vede nella Puglia, e più recentemente nella Valle d’Itria-alto salento in
particolare, una tra le mete mondiali favorite.

Ad anticipare questo Festival una proiezione in prima
assoluta in Puglia, a Lecce, il prossimo 21 maggio alle Officine culturali
Ergot (inizio ore 19, ingresso gratuito) del film “Porpora”
una produzione Humareels APS in coproduzione
con Maxman Coop, prodotto da Vittorio Martone e Marilisa Murgia con la regia di
Roberto Cannavò. Un viaggio on the road
nell’avventura umana di Porpora Marcasciano, transessuale che ha vissuto da
protagonista i movimenti femministi, comunisti e trans dagli anni Settanta ad
oggi
. Né uomo né donna, la sua identità è in transizione perenne. In un
viaggio da Bologna al sud, verso il suo paese natale, ripercorre con Vittorio,
un compagno di viaggio più giovane, un’esperienza di battaglie che durano
ancora oggi. Dall’esplosione del ’77 alle notti folli di Roma fino all’impegno
politico, Porpora racconta a una nuova generazione quanto l’individualità
produca cambiamento sociale solo fondendosi e realizzandosi nella molteplicità.
A 65 anni Porpora ha su di sé la fatica della sua leggerezza: senza nascondere
qualche stanchezza, la sua giocosa interpretazione del mondo accompagna il desiderio
di raccontare e di dipanare il filo della storia trans con la propria originale
e provocatoria testimonianza. Se il movimentismo attuale appare come minaccia
ad alcuni e come forma residuale ai suoi protagonisti, se quello passato viene
interpretato come mitologico e inerte, quale sarà la sintesi di una transgender
e del suo compagno di viaggio al termine di questa ricerca? Porpora
Marcasciano, attivista e fondatrice del MIT (Movimento Identità Transessuale),
scrittrice, politica, di recente eletta nel consiglio comunale di Bologna e
presidente della commissione pari opportunità, Porpora è una icona delle lotte
per i diritti civili di gay, lesbiche e trans dai primi anni ’70 e la storia
del paese, del movimento e della comunità lgbtqi italiana. A seguire la
proiezione, ci sarà un talk con Porpora Marcasciano, Titti De Simone e Giovanni
Minerba.

Concluderà la serata,
Pupa DJ con le sue selezioni musicali.

Partecipano alla
serata le realtà associative e culturali del territorio che sostengono il
festival: Agedo Lecce, Arcigay Salento, Degenere, LeA-Liberamente e
Apertamente, Masseria Wave, Persona festival, Queer Market Show, Salento Pride,
SEYF – South Europe Youth Forum, Transparent.

 

Il festival SHEROCCO, in programma a Ostuni, dal 23 al 26 giugno,
si compone di diverse parti.
Lo SHEROCCO VILLAGE, il
Villaggio arcobaleno immerso nella natura e nella bio diversità, che accoglierà
il mondo
rainbow, fra un bosco mediterraneo, un anfiteatro in pietra, un
labirinto di erbe e profumi
, che offrirà uno spazio accogliente ed
inclusivo per tutte le generazioni, con corner informativi e divulgativi,
bookshop a cura della Libreria 101 di Bari, zone ristoro e le mostre Gender Project progetto di fotografia sociale di
Veronique Charlotte, Stop Toxic Masculinity progetto fotografico di Dilan
Giannoccaro e le performance di Live painting a cura di Albert Licciardi; la SHEROCCO ACADEMY, la
prima Summer School sugli studi di genere e la teoria queer
, che si
svolgerà negli orari della mattina e del primo pomeriggio. Un’esperienza unica per la Puglia e nel panorama nazionale
rivolta in particolare a studentə, docenti, attivistə, professionistə,
associazioni, ordini professionali
, che conta già del patrocinio
dell’Ordine degli Psicologi della Puglia e dell’Ordine forense di Bari. Una jam session multidisciplinare e queer con alcunə dei/delle principali studiosə italianə, autorə,
artistə che accompagneranno i partecipanti in due imperdibili percorsi
formativi per tuttə e per tutte le generazioni. Due i percorsi di formazione
previsti: uno dedicato alla storia e teoria del movimento LGBTQIA+ coordinato
dalla professoressa Francesca Romana Recchia Luciani, e uno dedicato all’arte,
alla rappresentazione e ai linguaggi coordinato dal professore Giosuè
J.Prezioso. Tra i docenti nomi di prestigio come Alessandro Taurino, Vera
Gheno, Simone Alliva, Lorenzo Bernini, Maya De Leo
(iscrizioni entro il 30 maggio 2022 a
info@sheroccofestival.it); gli SHEROCCO EVENTS con performance, concerti e spettacoli teatrali per
mettere in scena la conquista, la gioia e la bellezza dei corpi poetici
gioiosamente virali contro i pregiudizi e le discriminazioni. L’ingresso a
Sherocco Village ha un costo di 10 euro a giornata e comprende tutti gli eventi
previsti ad eccezione dell’Academy.

Tra gli ospiti più attesi di questa prima edizione, Paul B. Preciado,
uno dei principali filosofi e pensatori degli studi di genere, che per la prima
volta in Puglia terrà una lectio magistralis. 
Scrittore e filosofo trans, Preciado ha studiato presso la Pontificia
Università di Comillas di Madrid, la New School for Social Research di New York
e l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. È stato allievo di
Ágnes Heller e Jacques Derrida. Ispirato per la tesi di laurea dal lavoro di
Michel Foucault, ha riflettuto su soggettività e identità, partecipando a vari
consessi internazionali. Un suo libro, Manifesto contra-sessuale (2002),
tradotto in diverse lingue, è divenuto un punto di riferimento indispensabile
per la Teoria queer. Nel 2014 ha annunciato pubblicamente di aver intrapreso un
percorso di transizione; da gennaio 2015 adotta il nome Paul mantenendo Beatriz
come secondo nome. Insegna storia politica del corpo, teoria di genere, e
storia della prestazione nell’Università di Parigi VIII e dal 2014 scrive per
“Internazionale”. Autore di numerosi testi, tutti editi da Fandango Libri, ha
pubblicato nel 2021 Sono un mostro che vi parla.

Vladimir Luxuria con uno
spettacolo esclusivo inedito e in anteprima assoluta per il pubblico di
Sherocco, Silvia Calderoni

attrice, performer, DJ e protagonista della miniserie della maison Gucci
“Overture of something that never ended” con MDLSX spettacolo cult della compagnia Motus, e
poi ancora il live di Eleonora Magnifico
e di
H.E.R
. la prima pugliese dello spettacolo Tiresias di Giorgina Pi con
Gabriele Portoghese premio UBU 2021, il laboratorio Queer Kitchen di Nick
Difino e Daniele Freshh queer chef salentino  e tanti tanti altrə. (
www.sheroccofestival.it/events)

 

«Dopo due anni di
distanziamento e di stop a tanti eventi live, abbiamo bisogno di ritrovarci e
di ricreare un senso di comunità in cui stare bene, incontrarsi, parlarsi,
conoscersi, ascoltare, divertirsi. Nel Village avranno voce i diritti e le
culture LGBTQIA+ in
molteplici forme e abitanti. È qui che si svolgeranno tutte le lezioni
della Sherocco Academy e per tutto il giorno si apriranno le porte a eventi,
mostre, talk, corner informativi, bookshop, area food & drink, spettacoli,
musica e dj live. Sarà un’esperienza imperdibile!
» spiega Francesca
Vitucci presidente
dall’APS “Fuoriluogo.

 

Sherocco è sostenuto
da Regione Puglia, Dipartimento turismo, economia della cultura e
valorizzazione del territorio – PACT Polo Arti Cultura Turismo Regione Puglia,
Puglia 365 – Custodiamo la cultura, Teatro Pubblico Pugliese Consorzio
Regionale per le Arti e la Cultura e Puglia Promozione. Con il patrocinio di
Comune di Ostuni, Provincia di Brindisi.

 

Info:

info@sheroccofestival.it

Tel: +39 3338610152 [dalle 18 alle 20]

http://www.sheroccofestival.it

Promo