Pnrr, Puglia. Borracino: «56 milioni per il recupero di edifici rurali»

178 Visite

«Disponibile sul sito della Regione Puglia, al seguente link http://rpu.gl/4Sohs, l’Avviso pubblico, rivolto a privati cittadini, imprese, enti del terzo settore, organizzazioni culturali, enti ecclesiastici e fondazioni, che finanzia interventi di recupero di edifici storici come casali, masserie, trulli, frantoi, stalle e mulini, chiese rurali, edicole votive, muretti a secco, fontane, pozzi e altre strutture tipiche del paesaggio rurale pugliese».

«Si tratta di una grande opportunità per i nostri territori ricchi di tanta storia legata all’economia agricola tradizionale che merita di essere valorizzata. Un bando strategico per molteplici aspetti, fortemente attenzionato dal Presidente Emiliano e dall’assessore regionale all’agricoltura, Donato Pentassuglia, che con grande impegno, attraverso il recupero di beni architettonici, hanno posto come obiettivo la rivalutazione dell’identità di una regione, unica come la Puglia, che negli anni ha evoluto la sua vocazione agricola, ma anche turistico-culturale all’insegna della sostenibilità». Lo dichiara Mino Borraccino, Consigliere del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del Piano per Taranto.

«Il bando si inserisce nell’Azione 2.2 del PNRR ‘Turismo e Cultura’ (M1.C3) dedicata alla “Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale”. Ha una dotazione finanziaria di 56 milioni di euro, e prevede contributi fino ad un massimo di 150mila euro e fino all’80% del costo totale; la percentuale arriva al 100% se il bene è oggetto di dichiarazione di interesse culturale. Le domande possono essere presentate, con procedura a sportello, a partire dalle ore 12:00 di oggi, martedì 19 aprile 2022, esclusivamente tramite l’applicativo predisposto da Cassa Depositi e Prestiti per tutte le Regioni, che sarà accessibile previa registrazione dal seguente link: https://portale-paesaggirurali.cdp.it, fino alle 17:59 del 25 maggio 2022, e saranno istruite e valutate solo fino a concorrenza delle risorse finanziarie disponibili. Per info relative ai contenuti dell’Avviso si può fare riferimento alla seguente casella e-mail: pnrr.cultura.puglia@regione.puglia.it.1» conclude.

News dal Network

Promo