Sanità: l’oncologo Federico condannato per abuso d’ufficio

151 Visite

L’oncologo Massimo Federico, originario di Lecce e per anni direttore del Com al Policlinico di Modena, è stato condannato questo pomeriggio in tribunale a Modena a due anni e undici e mesi per abuso d’ufficio, oltre all’interdizione dai pubblici uffici per due anni e otto mesi.

Federico è stato assolto da tutti i capi d’imputazione che riguardavano le ipotesi di corruzione perché il fatto non sussiste. Il processo che oggi ha visto concludersi il primo grado riguardava l’ipotesi che Federico presentasse sperimentazioni al comitato etico del Policlinico di Modena facendole passare per non profit mentre in realtà, secondo l’accusa, le sperimentazioni erano finanziate in modo occulto da case farmaceutiche.

Promo