Maglie, rissa al concerto di Villabanks: sospesa la licenza del locale dopo la denuncia della giovane vittima

125 Visite

Domenica sera durante l’esibizione di un cantante rapper all’interno di un locale di Maglie, in provincia di Lecce, un giovane è stato picchiato da cinque persone. Il giorno dopo la vittima ha presentato denuncia querela ai carabinieri della città salentina, ha riportato lesioni refertate all’ospedale di Tricase e guaribili in  cinque giorni di prognosi. Il questore di Lecce, intanto valutate le richieste formulate dai carabinieri di Maglie, ha ritenuto opportuno adottare il provvedimento di sospensione della licenza per la durata di 15 giorni nei confronti del gestore del locale. La zuffa e i gravi disordini sono avvenuti vicino al palco. Anche altri giovani, in numero imprecisato, hanno riportato lesioni.

La vittima in sede di querela ha riferito di essere stata picchiata violentemente e ripetutamente da cinque o sei ragazzi, che indossavano tutti magliette a maniche corte di colore nero, con pugni sferrati, senza alcun motivo, alla testa ed al volto. Inoltre ha allegato alla querela anche la documentazione video. Gli scontri si sarebbero accesi a più riprese, con particolare virulenza. Sarebbe avvenuto tutto in un arco temporale di oltre dieci minuti, con il coinvolgimento di più persone, alcune delle quali si trovavano in precedenza sul palco, e davanti a tantissimi frequentatori, che assistevano indifferenti al pestaggio cruento.

Dalla documentazione video si evince, secondo gli inquirenti “in maniera chiara ed incontrovertibile” che il locale era particolarmente affollato, in misura superiore alla capienza massima consentita del 50%, con grave pericolo per l’incolumità  pubblica ed in violazione della normativa in materia di contenimento del contagio da covid-19. Nessuno indossava dispositivi di protezione, nonostante la situazione di elevatissimo assembramento. Per il carattere di gravità ed allarme per la collettività, e il pericolo serio e concreto per la  sicurezza dei suoi frequentatori, la gran parte di giovanissima età, il questore ha deciso di sospendere la licenza.

Promo