Puglia, Movimento 5 Stelle: «Salvaguardare i laboratori e i posti di lavoro»

67 Visite

«Sulla riorganizzazione della rete dei laboratori analisi accreditati, la priorità deve essere tutelare i centri già esistenti e i professionisti che lavorano al loro interno e garantire un servizio efficiente per gli utenti».

Lo dichiarano il capogruppo del M5S Marco Galante e il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Cristian Casili, a margine delle audizioni in commissione Sanità sulla riorganizzazione della rete dei laboratori accreditati. Entro dicembre la Puglia deve adeguarsi alla legge nazionale che prevede l’accorpamento dei centri che non realizzano almeno 200mila prestazioni all’anno.

«In commissione – aggiungono – è emerso che la richiesta dei laboratori sia semplicemente quella di continuare ad applicare la delibera regionale 736/2017, con cui la Regione ha fornito i criteri per la riorganizzazione, cui i laboratori si sono adeguati facendo anche cospicui investimenti. Riteniamo importante a questo punto istituire un tavolo tecnico all’interno del dipartimento Salute con tutti gli attori interessati, per analizzare le indicazioni del ministero alla Regione e capire come risolvere le criticità, in modo da non rischiare la chiusura delle realtà territoriali esistenti, la cui importanza si è capita ancora di più con la pandemia».

Promo