Lecce: studio Confartigianato, per 50,8% imprese difficile trovare forza lavoro adeguata

75 Visite
 Il 50,8% delle imprese intervistate ritiene estremamente difficile reperire forza lavoro adeguata alle esigenze, solo il 9,8% non individua tale difficoltà. È quanto emerge dallo studio ‘Next generation Salento‘ condotto da Confartigianato Lecce, presentato oggi, con il patrocinio ed il contributo della Camera di Commercio di Lecce, pensato per il rilancio delle piccole e medie imprese salentine. Al questionario hanno risposto 63 imprese del territorio. Il 32,8% ritiene che l’offerta di scuola e formazione professionalizzante non sia adeguata e il 27,9% la giudica poco adeguata. Sono stati interrogati anche i giovani con un questionario a cui hanno risposto 852 studenti degli istituti professionali leccesi. Tra le risposte più significative risultano quelle relative al “cosa farai dopo aver conseguito il diploma?”.
Il 35,3% degli intervistati non ha ancora deciso cosa fare dopo aver conseguito il diploma, il 27,4% vorrebbe proseguire negli studi universitari mentre il 13,3% cercherà un impiego da dipendente. Indipendentemente dal tipo di futuro ipotizzato, il 69,1% degli intervistati si vede realizzato in un territorio diverso da quello di origine (69,1%) mentre il 30,9% crede di potersi realizzare nel proprio territorio. Marcata la sensibilità verso i temi ambientali: il 45,2% definisce il proprio livello di attenzione alto, il 17% molto alto e il 35,4% medio.
Di contro, il 59,9% degli intervistati ritiene che le aziende riservino ai temi ambientali un’attenzione definita media e il 18,6% crede sia bassa “Oggi più che mai la forza di una azienda e di un territorio è la conoscenza dei dati”, ha sottolineato il presidente di Confartigianato Lecce, Luigi Derniolo. “I dati ci offrono un quadro in cui le richieste tra gli attori coinvolti possono essere diverse, ma si possono mettere insieme per trovare le risposte che possano aiutare il territorio”.

Promo