Botte e soprusi a due bambini, a processo la madre e il patrigno a Lecce

64 Visite

 Botte e maltrattamenti ai figli, a processo mamma e patrigno. Gli episodi di violenza su due minori sarebbero partiti nel 2017 tra le mura domestiche, nell’abitazione in cui vivevano i quattro, in un comune della provincia di Lecce. A squarciare il velo su quanto accadeva è stato il padre naturale dei due bambini, allertato dai segni che i piccoli avevano sul corpo e dal loro stato d’animo. Anche a scuola un’insegnante aveva avuto sentore che qualcosa in quella famiglia non andasse, perché il suo piccolo alunno si era chiuso in se stesso e aveva degli atteggiamenti strani.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il patrigno era solito picchiare i bambini con calci e pugni, minacciarli, costringerli a stare per ore sul divano senza potersi muovere se non per i bisogni primari. E poi minacce, parole dure, giocattoli gettati via, senza che la madre dei due bambini si opponesse ma anzi giustificando l’atteggiamento della compagno. Il processo a carico dei due si aprira’ il 23 maggio prossimo.

Promo