Ance Lecce lancia l’allarme: «Non possiamo lavorare, chiuderemo i cantieri»

85 Visite

Ance Lecce pone ancora l’accento sul caro materiale in edilizia che porterà allo stop dei lavori. Per il Presidente di ANCE Lecce, Valentino Nicolì, infatti, ormai è certo che «saranno tanti i cantieri che chiuderanno per mancanza di materiale e per i costi, ormai insostenibili, per le imprese. Il rischio, con il blocco dei cantieri, è l’inizio di una vera e propria apocalisse per la filiera dell’edilizia, che non risparmierà il lavoro in ogni sua forma e non tutelerà le famiglie che grazie al settore si sostengono. Il governo non può non ascoltarci!»

Per tali ragioni ANCE Lecce ha organizzato per sabato 19 marzo, con inizio alle ore 09.30, presso la propria sede, in Via Vito Fornari 12, Lecce, un incontro sulla tematica, al quale sono stati invitati il prefetto di Lecce Maria Rosa Trio, il viceministro Teresa Bellanova, la deputazione parlamentare, assessori e consiglieri regionali salentini, ANAS, AQP, ANCI e le imprese.

Si discuterà delle misure da mettere in campo per evitare una catastrofe sociale, in attesa che il governo intervenga con provvedimenti e misure urgenti, idonei a scongiurare una crisi epocale, che non permetterà neppure l’avvio del PNRR e il completamento dei lavori dei Superbonus.

Promo