Energia: Movimento No Tap: «Gas russo costa meno, quello azero di 2° mano e più caro»

71 Visite

«Stiamo immettendo in rete gas che proviene dall’Azerbaijan e che l’Azerbaijan compra dai russi. Il gas azero, essendo di secondo mercato, cioè di seconda mano costa molto di più del gas russo. Noi continuiamo a comprare gas russo, i dati ufficiali del sito della Snam lo dimostrano, perché costa molto meno di quello trasportato da altre fonti». 

Lo afferma, parlando con l’Adnkronos, Gianluca Maggiore, portavoce del Movimento che storicamente si è battuto contro il gasdotto Tap (Trans Adriatic Pipeline), la lunga infrastruttura che a partire da gennaio 2021 trasporta gas naturale proveniente dall’Azerbaijan (esattamente dal Mar Caspio) e, dopo aver attraversato Grecia, Albania (ma prima sfiorando anche Georgia e Turchia), arriva fino in Italia, con approdo a Melendugno, in provincia di Lecce, sulle coste salentine, e in Europa.

La conclusione dell’opera sarebbe stata rallentata proprio per l’opposizione dei movimenti ambientalisti, contribuendo a rendere l’Italia, secondo alcune interpretazioni, dipendente dal gas russo e di altri Paesi. Una fornitura ora a rischio a causa della guerra in Ucraina. La scarsità di risorse energetiche renderebbe necessario a questo punto il ritorno all’utilizzo di fonti inquinanti come il carbone e pericolose come il nucleare. Anche il gas però non è considerato una fonte energetica pulita da chi vi si oppone.

«L’aumento dei prezzi -continua Maggiore – è dovuto al fatto che dal mercato è stato tolto il gas di Gazprom su contratti spot. Questa forte contrazione dell’offerta sul mercato, dovuta proprio alla mancanza dei contratti spot del gas russo, ha provocato un innalzamento dei prezzi ma questo è successo solamente nei Paesi come l’Italia fortemente gas dipendenti. In paesi come la Germania in cui le energie rinnovabili entrano prepotentemente nel mercato in alcune ore del giorno l’energia arriva a costare 8,5 euro a Megawatt ora e invece in Italia e in Francia l’energia costa dai 255 ai 300 a Megawatt ora’».

Promo