Carburanti, Adoc Lecce: “Segnalate discrepanze tra prezzi portale mise e quelli distributori”

80 Visite

 In questi giorni di aumenti esponenziali dei prezzi, l’Adoc provinciale (associazione difesa orientamento consumatori) di Lecce è intervenuta, ancora una volta, a difesa dei consumatori ”segnalando, proprio all’Osservatorio Carburanti del Mise, alla Polizia Locale e Provinciale di Lecce, nonché, per conoscenza, alla Prefettura di Lecce, le notevoli discrepanze emerse dal confronto dei prezzi dichiarati sul portale Mise (Ministero dello Sviluppo Economico ndr) e quelli realmente praticati dai gestori degli impianti distributori di carburante”.

Lo rende noto il presidente di Adoc Lecce Alessandro Presicce. ”In questo periodo di forte crisi energetica, per i consumatori e le Pmi diventa essenziale – aggiunge – il controllo e la verifica preventiva dei prezzi dei carburanti prima dell’approvvigionamento. Ciò è da molti anni possibile, andando sul sito ufficiale dell’Osservatorio del Mise https://carburanti.mise.gov.it ”. A seguito delle numerose lamentele quotidiane ricevute dai cittadini circa queste difformità, Adoc Lecce, nei giorni scorsi, ha richiesto ai gestori del sito una verifica dei dati riportati ed ha invitato le autorità preposte ad un maggior controllo, anche tramite ispezioni a campione, dei distributori che dichiarano prezzi bassi sul portale, senza poi effettivamente applicarli.

Adoc è lieta del fatto che la sua segnalazione sembra aver già trovato riscontro, in quanto oggi il sito risulta in fase di manutenzione, e coglie l’occasione per sollecitare anche i gestori degli impianti di distribuzione ad uno scrupoloso rispetto delle norme ed ad una maggiore trasparenza e veridicità nelle dichiarazioni dei prezzi, al fine di non danneggiare ulteriormente né gli operatori onesti, né i cittadini consumatori.

Promo