Pnrr. 8,5 milioni per la bonifica dell’ex inceneritore Saspi di Lecce

77 Visite

La giunta regionale ha approvato una delibera con la quale approva l’ordine di priorità degli interventi di bonifica dei cosiddetti “siti orfani” da finanziare con le risorse assegnate alla Puglia per l’attuazione dell’investimento 3.4 della misura M2C4 del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

L’ordine di priorità approvato dalla delibera vede l’intervento di bonifica dell’ex inceneritore di rifiuti solidi urbani Saspi, che si trova in via Vecchia Lizzanello a Lecce, al secondo posto, che sarà destinatario della somma di 8,5 milioni di euro dopo il finanziamento da parte del Mite alla Regione Puglia.

«Compiamo, insieme alla Regione Puglia, un altro passo importante verso la definitiva bonifica e rinaturalizzazione di uno dei siti più pericolosi che sono in città, che per lunghi anni ha rappresentato una vera e propria bomba ecologica e che finalmente riusciremo a disinnescare – dichiara l’assessora comunale all’Ambiente Angela Valli –. Insieme alla Regione e al ministero per la Transizione ecologica saremo pronti a mettere in campo i migliori progetti e soluzioni per restituire sicurezza alla popolazione e naturalità al paesaggio, ancora oggi offeso dalla presenza dei resti dell’ex inceneritore».

Promo