Rifiuti. A Lecce parte la raccolta differenziata delle capsule per il caffè

294 Visite

Grazie alla convenzione sottoscritta tra Comune di Lecce e Cial, il consorzio nazionale imballaggi alluminio e alla collaborazione di Monteco, parte a Lecce l’attività di raccolta e recupero delle capsule in alluminio per il caffè espresso.

I materiali recuperati dal trattamento delle capsule, ovvero l’alluminio e il residuo di caffè sono avviabili rispettivamente agli impianti di riciclo (fonderie) e agli impianti di recupero (compostaggio). L’attività di raccolta e recupero sarà svolta nel punto vendita Coin in via Nazario Sauro (negli orari di apertura dello stesso) e in tre centri di raccolta rifiuti del Comune di Lecce (Viale Giovanni Paolo II, Viale Grassi, Via Marzano), in ciascuno dei quali sarà posizionato un apposito contenitore per la raccolta. 

Per il servizio di raccolta differenziata Cial riconoscerà al Comune un corrispettivo, quantificato in 35 euro per ogni ritiro effettuato nel punto vendita in Via Nazario Sauro e di 50 euro al mese per il servizio di ritiro e stoccaggio presso i centri di raccolta. 

“Invito i cittadini che utilizzano in casa le capsule a evitare di gettarle nell’indifferenziato, tenendole da parte per quando ci si recherà in negozio a fare rifornimento o per conferirle periodicamente nei centri di raccolta comunali – dichiara l’assessore comunale all’Ambiente, Angela Valli – le capsule da caffè sono un rifiuto finora smaltito massicciamente in discarica, invece è fondamentale attivare e rafforzare i meccanismi che ne consentono il recupero e riciclo, perché anche questo consumo possa essere sostenibile e avere un impatto ridotto”.

Promo