Incidenti stradali: 119 contromano in un anno, 21 le vittime

82 Visite

Ventuno morti e 212 feriti. E’ il tragico bilancio dei 119 episodi di contromano censiti l’anno scorso in Italia dallo speciale Osservatorio dell’Asaps, l’Associazione sostenitori e amici polizia stradale: 40 di questi contromano (il 33,6%) si sono verificati su autostrade e strade a carreggiate separate, 79 (il 66,4%) sulla rete ordinaria. Gli episodi mortali sono stati complessivamente 20: dei 119 episodi registrati, 104 si sono verificati di giorno (87,4%) e 15 di notte (12,6%). Accertata l’ebbrezza da alcol o l’uso di stupefacenti in 16 dei conducenti coinvolti, pari al 13,4%; due i conducenti sotto l’effetto di droghe. Le donne che hanno guidato contromano sulle strade italiane sono state 7 (5,9%). Gli anziani sono stati coinvolti nel 14,3% degli episodi, 17 in tutto. In questo caso la percentuale sui soli mortali è al 20% . Gli stranieri che nel 2021 guidavano il veicolo contromano sono stati 17 (14,3%).

Numerosi casi impatto e successive gravi conseguenze sono stati evitati dalle forze di polizia intervenute, a volte anche con manovre che hanno messo a rischio la vita degli operatori stessi.

Le regioni che si segnalano per il maggior numero di contromano nel 2021 sono Campania e Puglia con 15 episodi; seguono Lombardia (11), Veneto e Lazio (10), Liguria, Emilia Romagna e Sardegna (8), Toscana (7), Sicilia (6), Trentino Alto Adige (5), Marche (4), Piemonte e Abruzzo (3), Umbria e Molise (2), Calabria e Friuli Venezia Giulia (1).

Per Giordano Biserni, presidente Asaps, “é arrivato il momento di intervenire con ulteriori innovativi sistemi di allarme acustico, visivo o tattile per evitare al massimo questi drammatici e spesso fatali impatti; preziosa é l’informazione fornita da Isoradio”.

Promo