Lecce, Legambiente: “Sospendere scoping per parco eolico”

104 Visite

Il presidente di Legambiente Puglia, Ruggiero Ronzulli chiede che venga sospesa “la fase di scoping” relativa al progetto preliminare per la realizzazione di un impianto eolico off shore da localizzare nello specchio del mare Adriatico, tra Santa Cesarea Terme e Santa Maria di Leuca, in Salento. Il progetto è stato presentato al ministero della Transizione ecologica ed è sottoposto a procedura di definizione dei contenuti dello studio d’impatto ambientale dallo scorso 10 febbraio. Per Ronzulli, la fase di scoping potrebbe essere riaperta “sulla base della presentazione di uno studio di fattibilità che contenga le diverse opzioni richiamate e consenta di sottoporre a giudizio di compatibilità ambientale la soluzione, frutto del confronto tecnico e soprattutto partecipato attuato in tale fase”.

Nel progetto preliminare si parla di un unico sito occupato da 90 aerogeneratori alti 268 metri, i primi dei quali distanti dalla linea di costa 12,5 Km e sull’unico sito sono stati raccolti pareri senza uno studio di fattibilità di alternative possibili e senza quindi la possibilità di esaminare, diverse opzioni e relative criticità o alternative plausibili in merito alla potenza dell’impianto (1.350 MW), al numero, alla dislocazione degli aerogeneratori e conseguentemente all’occupazione di diverse aree con specifici cavidotti ed approdi da analizzare. “Lo studio di fattibilità dovrebbe contenere, in rapporto alle diverse opzioni, la valutazione degli impatti paesaggistici e del cono visivo”, aggiunge Ronzulli che ribadisce la richiesta di sospendere la procedura.

Promo