Ex carabiniere ucciso: chiusa inchiesta su unico arrestato

546 Visite
 La procura di Lecce ha chiuso le indagini sull’omicidio del maresciallo dei carabinieri in congedo, Silvano Nestola, ucciso con quattro colpi di fucile la sera del 3 maggio scorso a Copertino davanti al figlio di 11 anni. L’unico indagato e’ Michele Aportone, 71enne di San Donaci , arrestato nel novembre scorso. E’ stata chiesta l’archiviazione per la moglie, Rossella Manieri, 62 anni, anche lei di Copertino che era indagata in stato di libertà. Aportone risponde di omicidio volontario aggravato dai motivi abietti e futili secondo quanto ipotizzato dai pm Paola Guglielmi e Alberto Santacatterina.
La moglie era indagata per concorso nell’omicidio. Il movente del delitto, secondo gli inquirenti, sarebbe da ricercare in una relazione tra la figlia di Aportone con la vittima, rapporto che era stato contrastato dai genitori e che era poi cessato. A incastrare Aportone gli accertamenti condotti sugli spostamenti, proprio la sera del 3 maggio, di un furgone e di uno scooter, poi trovato bruciato e fatto in pezzi.

Promo