Vaccini, 7 medici indagati tra Galatone e Gallipoli per morte 54enne dopo prima dose

865 Visite

Sono sette i medici della provincia di Lecce indagati dopo la denuncia presentata dalla famiglia di un web designer 54enne di Galatone, morto il 18 gennaio scorso, a distanza di poche ore dalla somministrazione della prima dose di vaccino anti Covid-19. Lo conferma a LaPresse l’avvocato Francesco Protopapa del foro di Lecce che rappresenta i familiari del 54enne, assieme a Massimo Maria Aprile del foro di Taranto.Il 14 febbraio ci sarà il conferimento dell’incarico per l’autopsia disposta dalla procura di Lecce.

Sono due i medici incaricati dalla pm Donatina Buffelli, Alberto Tortorella e Giuseppe De Giorgi.”Abbiamo nominato un nostro consulente e si valuterà quali sono le cause del decesso, se sia o meno da ricondurre al vaccino e l’eventuale responsabilità dei medici che lo hanno avuto in cura”, spiega il penalista.Il 54enne, sposato e padre e due figli, e si era vaccinato dopo l’obbligo stabilito per gli over 50 nell’hub di Galatone dove gli era stata somministrata una dose di Pfizer. Gli indagati sono il medico curante, due medici dell’ospedale di Gallipoli, dove si era recato dopo i primi dolori avvertiti al petto e quattro di quello di Galatina dove era stato visitato per la seconda volta.

Promo