Mafia: gip interroga oggi 25 dei 38 arrestati blitz Taranto

85 Visite

Il gip di Lecce, Marcello Rizzo, ha fissato per domani mattina gli interrogatori delle prime 25 persone arrestate nel blitz antimafia di ieri condotto dalla Polizia a Taranto su indagine della Dda di Lecce. Il blitz ha riguardato l’esecuzione di 38 misure cautelari, di cui 28 in carcere e 10 ai domiciliari. Associazione per delinquere di stampo mafioso aggravata dalla disponibilita’ di armi e’ uno dei reati contestati nell’ordinanza. L’operazione ha stroncato un lucroso giro di estorsioni e di spaccio di droga che alimentavano l’organizzazione di stampo mafioso.

Le estorsioni venivano praticate nei confronti di attività economiche, esercizi commerciali e anche nei confronti di piazze di spaccio. Il clan sgominato e’ quello riconducibile ai fratelli Pascali, Nicola e Giuseppe, che sono attualmente in carcere ma che dalla cella, attraverso le loro mogli, arrestate nell’operazione di ieri, avrebbero gestito ugualmente le attivita’ illecite. Il blitz della Polizia e’ frutto di indagini. Non c’e’ stata alcuna segnalazione da parte delle vittime soggette alle estorsioni. Il gip Rizzo ha disposto che gli interrogatori di domani si terranno in modalita’ videocall in collegamento tra l’aula bunker del carcere di Lecce e le carceri di Taranto, Bari, Napoli e Como. Tre gli orari fissati per gli interrogatori: alle 9.30 per gli indagati detenuti a Lecce, alle 10.30 per quelli detenuti a Taranto e alle 13 per quelli che sono nelle carceri di Bari, Como e Napoli Secondigliano. Il programma degli interrogatori e’ stato trasmesso dal gip anche al pm Stefano Milto De Nozza e agli avvocati degli imputati.

Tra gli arrestati domani saranno interrogati Luigi Agrosi, Giovanni Albertini, Antonella Bevilacqua, Antonio Bleve, Cosimo Damiano Caforio, Emanuele Capuano, Christian Chiafele, Leonardo Durelli, Mirko Guarino, Domenico Iacca, Luchy La Gioia, Salvatore Labriola, Simone Loperfido, Antonio Maiorino, Giuseppe Pascali, Luca Pascali, Nicola Pascali, Giuseppe Petrelli, Giuseppe Portacci, Vito Onofrio Salerno, Francesco Sangermano, Massimo Sedete, Pietro Spezio, Francesco Tambone ed Ezio Verardi.

Promo