Atti vandalici a Taurisano, nel mirino scuola media e albero di Natale incendiato: 5 denunce

244 Visite

Dopo la recrudescenza degli atti vandalici che hanno danneggiato a Taurisano, in provincia di Lecce, edifici e luoghi di pubblico interesse, e perfino l’albero di Natale realizzato dalle associazioni di volontariato e dai bambini, gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza hanno individuato i presunti autori e denunciato 5 persone, tra le quali tre minorenni, ritenuti responsabili di tre distinti episodi a danno della comunità.

In ordine di tempo l’ultimo caso riguarda le incursioni vandaliche avvenute all’interno della scuola media di via Lecce attualmente in fase di ristrutturazione. Sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i Minorenni, tre giovani del posto, tutti di 16 anni. Questi ultimi sono stati identificati grazie a servizi sistematici di osservazione e controllo, svolti dagli agenti delle volanti del Commissariato. 

I poliziotti hanno individuato anche il presunto autore di un attentato incendiario verificatosi lo scorso 26 dicembre, quando furono dati alle fiamme dei cassonetti dei rifiuti, collocati nelle immediate vicinanze degli ambulatori dei medici di base. Subito dopo l’episodio, l’analisi dei sistemi di sorveglianza installati lì vicino, hanno condotto all’identificazione di un uomo, A. M., di 35 anni, proprio mentre appiccava le fiamme. Il presunto responsabile è stato poi sottoposto a procedimento penale da parte della Procura della Repubblica e dovrà rispondere anche del danneggiamento causato alla struttura sanitaria di proprietà del comune di Taurisano.

Il primo episodio risale alla vigilia del Natale, quando P.P. un 35enne di Taurisano, avrebbe dato alle fiamme l’albero allestito da bambini e genitori nella piazza principale del paese. Un caso risolto in poche ore dagli agenti che durante il servizio notturno avevano bloccato e identificato l’autore, mentre tentava di far perdere le proprie tracce. Il responsabile veniva poi ristretto in custodia cautelare nelle forme domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Promo