Covid: neonata in attesa di trapianto midollo in volo da Lecce a Brescia

85 Visite

 Una neonata di 6 mesi, positiva al covid e in attesa di trapianto di midollo osseo è stata trasferita da Lecce a Brescia con un volo di emergenza a bordo di un velivolo C-130J dell’Aeronautica Militare. L’aereo è atterrato nel pomeriggio all’aeroporto di Brescia Montichiari. La piccola paziente ha viaggiato, insieme con la madre, anch’essa positiva, all’interno di una speciale barella di isolamento avio trasportabile – in gergo tecnico Ati (Aircraft Transport Isolator) – assistite da un team specializzato di bio contenimento dell’Aeronautica Militare composto da medici e infermieri dell’Infermeria di Pratica di Mare, hub nazionale della Forza Armata nel coordinamento e la gestione di questo genere di trasporti.

A richiedere il trasporto aereo d’urgenza è stata la Prefettura di Lecce, cui ha fatto seguito – dopo un coordinamento con la Italian Patient Evacuation Coordination Cell (Itapecc) del Comando Operativo di Vertice Interforze (Covi), che fornisce consulenza sulla trasportabilità dei pazienti in questo genere di missioni – l’ordine di decollo da parte della Sala Operativa del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico ad uno degli equipaggi della 46esima Brigata Aerea pronti al decollo per questo tipo di interventi.  Il velivolo, partito dalla base stanziale di Pisa, ha fatto prima scalo a Pratica di Mare per imbarcare la barella e il team medico, per poi dirigersi sull’aeroporto militare di Lecce Galatina – sede della scuola di volo del 61° Stormo – il cui personale è stato attivato in tempi brevissimi per garantire i servizi aeroportuali essenziali seppure in un giorno non di normale attività per il reparto.

Una volta imbarcata la barella, il velivolo è ripartito alla volta di Montichiari, per il successivo trasferimento in ambulanza all’ospedale di Brescia.Attraverso i suoi Reparti di Volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche complesse per assicurare il trasporto urgente di persone in imminente pericolo di vita o come accaduto oggi in attesa di trapianto, ma anche per il trasporto di organi ed equipe mediche.

Promo