Memoria Taranto, medaglia d’onore per uomo salentino sopravvissuto ai lager

237 Visite

Ha trascorso un anno da internato nel campo di concentramento Stammlager X-A di Amburgo dopo aver attraversato a piedi tutta la ex Jugoslavia e viaggiato in vagoni piombati. Giovanni Lolli, nato a Corigliano d’Otranto (Lecce) cento anni fa, ha ricevuto oggi la medaglia d’onore dalle mani del prefetto di Taranto, Demetrio Martino. “Il ricordo e la testimonianza siano lo scopo di questa giornata commemorativa affinché la drammaticità della storia dei fatti e delle immagini del passato restino nel cuore di ognuno di noi, per accrescere la coscienza della memoria, elaborandone il valore attuale che diventa patrimonio personale e collettivo”, ha detto il prefetto.

Lolli fu chiamato alle armi il 23 gennaio 1942 e assegnato al quinto raggruppamento Artiglieria d’istanza a Pola. Il successivo 23 novembre fu assegnato alla legione carabinieri di Bari. Poi, fu trasferito a Durazzo (Albania), dove fu fatto prigioniero dai tedeschi. Rimase nel lager fino al 25 settembre 1945.

Promo