Violenza sessuale su minore disabile, patrigno a processo

707 Visite

 Un uomo di 35 anni dell’hinterland leccese a processo per atti sessuali con minore. Alla base del rinvio a giudizio disposto dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Lecce, una delicata indagine per abusi commessi dal 2016 al 2021 dall’uomo sul figlio disabile della convivente. Il ragazzo aveva 13 anni quando tutto è iniziato: l’accusa parla di rapporti sessuali frequenti con il patrigno nell’abitazione in cui viveva il nucleo familiare. Il ragazzo ha poi trovato il coraggio di raccontare tutto alla madre, da  la denuncia alle forze dell’ordine e le indagini coordinate dalla procura della Repubblica di Lecce che hanno portato al rinvio a giudizio odierno.

Promo