La Puglia dovrà restituire 28 milioni dei fondi Ue per l’agricoltura

79 Visite

La Regione Puglia dovrà restituire 28 milioni di euro all’Ue destinati all’agricoltura pugliese, attualmente in grave crisi. Lo ha detto il co-presidente del gruppo europeo dei Conservatori (Ecr-FdI) Raffaele Fitto.

Secondo il presidente di Confeuro, Andrea Michele Tiso, la Puglia ha manca ancora una volta l’appuntamento con i fondi europei “a causa delle lentezze e delle inefficienze dell’amministrazione”. Non è infatti la prima volta che la Puglia “si lascia sfuggire le risorse dell’Europa per via di una macchina amministrativa troppo farraginosa, che negli anni non è riuscita a riorganizzarsi”.

“Va dato atto all’assessore all’Agricoltura Pentassuglia di essere riuscito – dice Tiso – a recuperare oltre 100 milioni di euro negli ultimi due anni. Nel biennio passato la Regione è arrivata a fine anno sempre con un saldo passivo di circa 100 milioni di euro.

L’amministrazione pugliese si dimostra non all’altezza delle sfide del presente. Il presidente Emiliano e l’Assessore Pentassuglia avevano promesso un cambio di marcia che non si è ancora realizzato”.

Promo