Covid. Sindacati medici Puglia: “attenzione a non confondere i cittadini”

90 Visite

“Il momento tragico che stiamo vivendo per la pandemia da Covid-19 non ha bisogno di ulteriori comportamenti fai da te che confondono il cittadino e i medici rispetto a prestazioni certe, puntuali ed efficaci”. È quanto sostiene l’intersindacale medici della Puglia – Smi – Snami – SIMeT – Cgil Fp Medici – Ugs Medici – che ha inviato una lettera al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e a i direttori delle Asl pugliesi.

“L’esempio lampante è il volantino informativo diffuso dalla Asl di Bari che induce gli utenti a richiedere ai medici di medicina generale prestazioni non dovute come prenotazione tamponi e certificati di guarigione”, prosegue la lettera in cui si chiede di vigilare “perché non si continui con questo modo di procedere. Diversamente non potendo fare altro ci vedremo costretti a tutelarci per le vie più opportune”.

I medici di famiglia – prosegue la nota – consci dei propri compiti e degli atti dovuti al cittadino-utente forniscono in ragione di ciò le prestazioni di cui hanno responsabilità e competenza ed è bene che si richiamino a fare altrettanto tutti gli operatori pubblici e privati coinvolti nella gestione di questo periodo pandemico a svolgere per intero l’iter assegnato senza rinviare ai medici di famiglia, per esempio, la registrazione dei tamponi eseguiti da altri. Attenzione a divulgare false informazioni controproducenti per la salute dei cittadini e per il lavoro dei medici”.

Promo