Lecce: accoltellò fratello per gelosia, 55enne arrestato per stalking

103 Visite

È stato arrestato e condotto in carcere con l’accusa di stalking il 55enne di Lecce che la sera del 27 dicembre accoltellò il fratello 47enne per gelosia. Il 47enne è ancora ricoverato in ospedale.

“L’acredine dell’arrestato, dapprima per controversie legate all’eredità, è aumentata per problemi di gelosia nei confronti della sua ex ragazza, attualmente legata sentimentalmente al fratello che così è stato ulteriormente preso di mira”, spiegano gli agenti della questura di Lecce che oggi hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare. “Molestie, ingiurie, offese, aggressioni, minacce di morte, violenze verbali, anche in presenza della madre e nei confronti della stessa, reiterate dal 2020″, proseguono gli investigatori. Stando a quanto ricostruito, partendo dalle denunce sporte dal fratello, l’indagato l’8 settembre 2020 prese a calci e pugni la porta di ingresso dell’abitazione del fratello. Analoga condotta il 17 agosto 2021, quando contro il portoncino blindato dell’abitazione scaraventò una lavatrice proferendo minacce e brandendo un coltello. Il giorno successivo, riuscì a sfondare il portoncino d’ingresso e armato di coltello, sfasciò suppellettili e mobilio.L’11 ottobre scorso, nel negozio della madre, dove si trovava anche il fratello, minacciò la donna, sferrò un pugno in testa al fratello e lo minacciò di morte con un coltello. Il 30 novembre, sempre nel negozio della madre, l’indagato minacciò di morte il fratello dicendo che avrebbe ucciso il fratello prima di Natale. E ancora, il 2 dicembre, l’indagato riuscì a introdursi in casa del fratello dalla finestra e lo minacciò minacce e ingiurie. Tutti questi episodi hanno prodotto nella vittima uno stato di paura per la propria incolumità e quella dei suoi cari che è culminata con la brutale aggressione”, spiegano gli investigatori.

Promo