Arca Puglia, tempo di bilanci: il resoconto

66 Visite

È tempo di bilanci per il nuovo Amministratore Unico dell’ARCA Puglia Centrale l’avv. Pietro Augusto de Nicolo, a meno di quattro mesi dalla sua nomina avvenuta con Decreto del Presidente Michele Emiliano il 16 settembre 2021.

Sono ben 52 i decreti emanati dall’Amministratore Unico negli ultimi 3 mesi del 2021 su un totale di 105 decreti pubblicati dall’Ente nell’intero anno.

A cominciare dall’avvio della seconda fase delle attività che permetterà di usufruire dei benefici economici del “superbonus 110%” (previsti circa 300 milioni di euro di lavori) fino alla partecipazione al programma “sicuro, verde e sociale: riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica” che consentirà di realizzare degli interventi di verifica, valutazione della sicurezza, miglioramento sismico e di efficientamento energetico su 411 alloggi (lavorazioni per oltre 16 milioni di euro) di proprietà dell’Agenzia, ubicati nei Comuni di Bari, Gravina in Puglia, Monopoli, Binetto e Modugno.

L’Agenzia, nell’ambito del complessivo rilancio delle proprie attività, ha formalizzato la adesione a Fedrecasa –  Federazione Italiana per le Case Popolari e per l’Edilizia Sociale, con il contestuale ingresso dell’avv. de Nicolo nel Consiglio Direttivo Nazionale (Federcasa, è l’Associazione Nazionale leader di categoria tra enti ed aziende esercenti attività di realizzazione e gestione di alloggi di ERP, e promuove iniziative finalizzate a realizzare le politiche del bene “casa”, in particolare riferite all’edilizia pubblica, alla qualità dell’abitare e della vita sociale degli assegnatari). 

Intenso l’impegno della Agenzia per lo sviluppo di attività programmatiche innovative per diventare luogo della composizione degli interessi e delle legittime aspirazioni della collettività, grazie ad una gestione che ha favorito la mediazione e la composizione come strumento di rappresentanza dell’interesse generale e di perseguimento del bene comune. 

Anche in materia di lavoro agile, con l’introduzione del “Piano organizzativo del lavoro agile” (POLA), sono state individuate le modalità attuative del lavoro agile consentendo l’efficentamento dello smart working del personale dell’Agenzia.

Approvato il Programma triennale dei Lavori Pubblici  2022-2024 che prevede ben 27 interventi fra manutenzione straordinaria e di nuova costruzione per un totale di oltre 68 milioni di euro.

Gli interventi di nuova costruzione prevedono, tra gli altri, la realizzazione di 72 alloggi nel quartiere Sant’Anna di Bari, 24 alloggi nel Comune di Andria e 24 alloggi nel Comune di Molfetta, oltre al completamento dei 106 alloggi, nel quartiere San Girolamo di Bari, e dell’edificio del Quartiere Mungivacca di Bari (cantiere bloccato da 4 anni) in cui si prevedono insediamenti di housing sociale.

Nei prossimi mesi, l’Arca Puglia Centrale – anche grazie alla proficua sinergia con l’Assessorato Regionale alle Politiche Abitative affidato all’Assessore Anna Grazia Maraschio – intende rafforzare le già positive relazioni con le Istituzioni, con la Regione Puglia, con i Comuni, con le Forze dell’ordine, con i Sindacati dei lavoratori e degli inquilini impegnandosi a efficentare ogni procedura burocratica per assicurare ai cittadini tempi rapidi di risposta stimolando l’ascolto concreto delle loro legittime aspettative.

Il contrasto alle occupazioni abusive (vera piaga sociale che impedisce la assegnazione di centinaia di case popolari ai legittimi aventi diritto) e il reperimento di ogni risorsa finanziaria utile alla realizzazione di nuovi investimenti saranno tra i temi principali dell’impegno per l’anno 2022 di Arca Puglia Centrale che oggi approva un Bilancio Previsionale di oltre 115 milioni di euro.

Sfide esaltanti che si cercheranno di vincere e che l’Agenzia affronterà con il rafforzamento del proprio organico grazie all’assunzione di 9 nuove unità lavorative per il tramite delle procedure concorsuali di imminente pubblicazione.

Promo