Turismo: Confindustria Lecce, “Cancellate metà delle prenotazioni”

77 Visite

“In Puglia, metà delle prenotazioni turistiche per il periodo natalizio sono state cancellate per effetto delle ultime misure di contenimento del Covid varate dal governo”. Lo dice all’Agi il presidente della sezione Turismo di Confindustria Lecce, Giovanni Serafino.

“A pagare le conseguenze di una misura che riteniamo troppo severa sono tutte le località turistiche pugliesi – rimarca Serafino – che hanno già subito l’annullamento del cinquanta per cento delle prenotazioni, soprattutto per Capodanno.

A scoraggiare i turisti è l’obbligo del tampone con il rischio di dover restare in quarantena in caso si positività. Si tratta di una misura abnorme che sta mettendo in ginocchio il nostro settore, dalla provincia di Foggia al Salento.

Si lamentano gli operatori del Gargano, della Valle d’Itria e della penisola salentina che si sono anche impegnati con il personale sottoscrivendo contratti che non saranno in grado di onorare.

Per non parlare degli anticipi che erano stati versati per le prenotazioni. Monopoli, Alberobello, Ostuni, Lecce, Gallipoli, Otranto – conclude Giovanni Serafino – lamentano numerose disdette. Un duro colpo per la nostra economia”.

Promo