Lecce: tentò di uccidere l’ex marito della compagna, condannato a 8 anni

69 Visite

Condannato a otto anni di reclusione con l’accusa di aver tentato di uccidere l’ex marito della donna con cui aveva una relazione. Questa la pena inflitta a un operaio di 35 anni di Ugento (Lecce), Antonio Basile, imputato per il tentato omicidio di un vigile del fuoco di 38 anni, in servizio a Lecce. 

Il fatto contestato risale al 27 novembre 2020, quando il 35enne investì il 38enne per poi colpirlo con il calcio di una pistola e con una roncola. Il vigile del fuoco riportò l’amputazione della gamba destra e ferite alla testa e a un orecchio.

Il verdetto è stato pronunciato oggi dalla gup del tribunale di Lecce, Simona Panzera, di fronte alla quale è stato incardinato il processo con rito abbreviato. 

La condanna è in linea con quanto era stato invocato dalla pm, Rosaria Petrolo, nella requisitoria. Con la sentenza è stata disposta una provvisionale in favore del vigile del fuoco e dei genitori che si sono costituiti parte civile.

Promo