Mudu, appello ad Emiliano: “Per i disabili ancora troppa burocrazia”

65 Visite

Ancora tanta burocrazia per i disabili pugliesi, il MIDU (Movimento Italiano Diritti Umani) pugliese fa appello al Presidente Emiliano, per intervenire sulle lunghe attese.

“Per una prescrizione – si legge nella nota – di ausili ortopedici ci vogliono cinque minuti per scrivere dei codici, non si possono invece aspettare sette mesi come è successo al tennista Salvatore Caputo. Bisogna distinguere due cose: la visita fisiatrica/ortopedica è una cosa, la visita per prescrizione ausili ortopedici è un’altra. La prima necessità di almeno mezz’ora, per la seconda ci vogliono cinque minuti per trascrivere i codici sulla prescrizione”

E ancora: “Il disabile è costretto a fare tanti passaggi burocratici per poi ottenere gli ausili. Si parla tanto di abbattere la burocrazia che aggrava  la vita del disabile stesso e dei propri familiari, ma poi nessuno interviene. Così si definiscono tutti paladini dei disabili” .

Per rendere nota  tale situazione è intervenuta anche la campionessa paralimpica di Tokyo Marina Caironi che ha denunciato la disparità di diritti anche tra disabili, in un convegno sulla disabilità svoltosi a Trento. Si spera che altre campionesse possano far sentire la loro voce.

Promo