Libia: un tribunale ripristina la candidatura del figlio di Gheddafi

96 Visite

La corte d’appello di Sebha, nel sud della Libia, ha ordinato il ristabilimento di Seif al Islam Gheddafi, figlio dell’ex dittatore libico, come candidato alle elezioni presidenziali del 24 dicembre. Lo hanno riferito i media locali.

Il figlio di Muammar Gheddafi aveva presentato oggi ricorso a questo tribunale contro la decisione dell’Autorità elettorale di respingere la sua candidatura per mancato rispetto delle disposizioni di legge. La decisione del tribunale ha dato luogo a scene di giubilo in tribunale a Sebha, cittadina semidesertica situata a circa 650 chilometri a sud di Tripoli, dove si erano radunati decine di sostenitori del candidato.

La notizia arriva dopo una serie di incidenti che avevano impedito per giorni al figlio di Gheddafi di presentare ricorso contro il rigetto della sua candidatura, annunciato il 24 novembre. I sostenitori dell’uomo forte dell’Est, Khalifa Haftar, lui stesso candidato alla presidenza, hanno bloccato per una settimana l’accesso alla corte, causando “grande preoccupazione” nel governo ad interim. Questi uomini armati si sono finalmente ritirati giovedì dal perimetro del tribunale, permettendo ai tre magistrati e all’avvocato di Seif al Islam di entrare nell’edificio.

Promo